Urbanistica INFORMAZIONI

L’urbanistica nelle Università

a cura di Sara Maldina
Filtri[X]
Politecnico di Milano [X]

Politecnico di Milano

OC Summer School Piacenza 2017
30 agosto 2017 - 15 settembre 2017

O.C. OPEN CITY
INTERNATIONAL SUMMER SCHOOL
from ecological landscape to architectural design
8th EDITION

August 30th - September 15th 2017
NEW NEXT NATURE
SCENARIOS FOR PIACENZA 2050

Temi:
82/82
33/82

Politecnico di Milano

5th INTBAU International Annual Meeting. Heritage, Place, Design: Putting Tradition into Practice
5 luglio 2017 ore 09:30 - 17:30

Il Politecnico di Milano ospiterà, nell’ambito della rete INTBAU, patrocinata dal Principe di Galles, e con la collaborazione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Milano il
5th INTBAU International Annual Meeting
Heritage, Place, Design: Putting Tradition into Practice
5 Luglio 9:30 – 17:30, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Milano
6 Luglio 9:00 – 18:30, Politecnico di Milano – Scuola del Design
Con il patrocinio di
U.I.D. Unione Italiana del Disegno
Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo – Ministero degli Esteri
L’incontro, presentato dal Prof. Giuseppe Amoruso del Dipartimento di Design del Politecnico, incentiva il confronto multidisciplinare fra i maggiori esperti nazionali ed internazionali che si occupano del benessere delle comunità attraverso progetti per il patrimonio architettonico e l’identità dei luoghi, le buone pratiche per il placemaking e la documentazione e l’innovazione delle tecniche costruttive.
Tale iniziativa è promossa da INTBAU, International Network for Traditional Building, Architecture & Urbanism – rete internazionale non profit sotto il patrocinio del Principe di Galles, che si occupa di educazione e promozione delle buone pratiche
I relatori parteciperanno attraverso un contributo scritto, che riguarda una delle Sessioni Tematiche; al termine della revisione scientifica condotta dagli 80 membri del Comitato scientifico internazionale, tali contributi saranno raccolti nel volume Putting Tradition into Practice: Heritage, Place, Design.
L’evento sarà inoltre accreditato al Consiglio Nazionale degli Architetti Paesaggisti e Conservatori per il rilascio di crediti formativi e svolto in collaborazione con gli Ordini Professionali.
Dopo i due giorni di conferenza a Milano, è previsto un Training Workshop a Vicenza dedicato allo studio dei siti Unesco di Andrea Palladio.
Informazioni, modalità di iscrizione e programma su www.intbauitalia.org e www.intbau.org

Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Milano Palazzo Arese Litta, Corso Magenta 24 - Milano
Temi:
33/43
43/43
35/43
33/43

Politecnico di Milano

ArchiLectures | Chen Zhen
16 maggio 2017 ore 17:00

Parafrasando il titolo della raccolta di racconti brevi di Yu Hua “La Cina in dieci parole”, la lezione intende offrire una visione panoramica dei fenomeni dell’architettura e della città in Cina.
La parola Natura è la base filosofica dell’architettura cinese che ambisce ad armonizzarsi con ambiente. La parola “Corte” rimanda alla forma chiave dell’organizzazione spaziale dell’architettura cinese. Il “Giardino” è il fondamento di un concezione estetica del paesaggio come sogno vivente.
“Tradizione” è quella dell’architettura Cinese Antica, parte di un sistema culturale organico. “Colonialismo” ci richiama alla memoria l’impatto della cultura Occidentale nel suo incontro con l’architettura Cinese dopo la Guerra dell’Oppio.
“Modernismo” è un rompicapo degli architetti cinesi nella ricerca di una via cinese alla modernità. Queste tre parole nella loro associazione articolano il famoso dibattito sul rapporto tra “essenza e forma” della cultura cinese contemporanea.
“Urbanizzazione” è sinonimo di cambiamento drammatico del territorio delle città e delle campagne cinesi dovuto politica delle “riforme e apertura” che ha rotto il tradizionale equilibro del “continuo urbano-rurale” cinese.
“Ufficialità” è il carattere assunto dall’architettura e dai modelli di pianificazioni espressione dell’autoritarismo. “Radicalizzazione” è espressione della collisione tra le immagini del realismo magico dello sviluppo rapido degli ultimi decenni sullo sfondo di un’opera di demolizione senza precedenti e una ricostruzione con edifici caricaturali. Il “Taroccato” si somma a questa coppia assumendo in Cina un significato che non sempre coincide con quello cui il termine rimanda nella società occidentale.
Chen Zhen (nato nel 1979, in Cina) ha iniziato la sua carriera professionale nel 2001 in Cina, collaborando allo sviluppo di numerosi progetti architettonici e urbanistici. Dal 2009 è co-fondatore di RECS Architects per cui segue progetti in Cina, Europa e Brasile. Nel 2012 ha conseguito il Ph.D in Composizione architettonica al Politecnico di Milano dove è attualmente professore a contratto della scuola di Architettura Civile con il corso opzionale “Progetto di Architettura e città in Cina”.
Università di provenienza:
Beijing University of Technology, Cina

Aula Rogers, Via Ampère 2 - Milano
Temi:
11/33
33/33

Politecnico di Milano

FOCUS AFRICA. Le sfide delle discipline del progetto
11 aprile 2017 ore 9:30

“Un seminario dedicato alla cooperazione internazionale nel contesto africano per interrogarsi sul ruolo delle discipline del progetto, sia per mettere a confronto le esperienze operative e di ricerca, già maturate o in corso, all’interno del Politecnico, sia per offrire un contributo agli studenti del Laboratorio di Disegno Urbano e di Paesaggio di Laurea Magistrale della Scuola di Architettura, Urbanistica e Ingegneria delle costruzioni”

9.30 – Relazioni introduttive
Agostino Petrillo
Laura Montedoro
10.00 – I sessione_CRESCITA URBANA
Le nuove città africane
Maria Chiara Pastore
African Cities: Reimagining the common through Metropolitan Architecture approach
Antonella Contin
Urbanizzazione rapida nell’Arfrica orientale: solidità metropolitana e tendenze dei modelli informali
Alessandro Frigerio
From Medina to Metropole. New perspective of North African Identities
Hamza Benacer
Transforming Johannesburg. Reshaping socio-ecological
landscapes through collaborative practices
Paola Bellaviti e Costanza La Mantia
La città transattiva. Il caso delle commercianti transfrontaliere tra Johannesburg e Maputo
Paola Piscitelli
Spazi privati e pubblici dell’abitare a Pemba, Mozambico
Corinna Del Bianco
Progetti per Alessandria d’Egitto e la sua regione di frontiera
Cristina Pallini
15 – II SESSIONE_PROGETTO E SOSTENIBILITÀ DI LUNGA DURATA
Il turismo come leva di sviluppo diffuso locale sostenibile: l’esempio della guesthouse Olga’s presso le cascate Vittoria (Zambia)
Lidia Diappi e Marina Molon
La trasformazione desiderabile: città e territorio del Mozambico
Marcello De Carli e Alessandro Floris
L’esperienza di Architetti senza frontiere
Camillo Magni
Eritrea – heritage project: dal sito Axumita di Adulis al costruito Modernista di Asmara
Susanna Bortolotto
Living in Marrakech
Bruno Melotto e Laura Montedoro
15 – III SESSIONE_GLI SPAZI DELLA FRORMAZIONE
Mo.N.G.U.E_Un progetto di ricerca per l’architettura in Mozambico
Michele Ugolini e Stefania Varvaro
Il sistema delle scuole primarie in Mozambico: stato dell’arte e previsioni
Luca Faverio
Costruire un luogo. Progetto di una scuola informale nello slum di Mathare/Nairobi
Luca Astorri
Costruire: che cosa? Comunità e architettura in Africa occidentale
Emilio Caravatti
17.45 – CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE
Marina Molon
Emanela Colombo

Aula De Donato. Piazza Leonardo da Vinci 32 - Milano
Temi:
11/33
33/33

Politecnico di Milano

PUBLIC AFFAIR – Old City Urban Life | Understanding the human life and urban spaces in the historical city of Ahmedabad
5 dicembre 2016 - 16 dicembre 2016

Workshop | Winter School at CEPT University, Ahmedabad, India
5 - 16 December 2016

Summer School at Politecnico di Milano
26 June - 7 July 2017

Ilaria Valente, Meghal Arya, Rajiv Kadam
Giulia Setti, Arian Heidari Afshari

Workshop Topic
The course aims to develop the critical thinking toward the very notion of relationship between ‘public realm’, the city and their socio-cultural and morphological connotations in contemporary condition.

In particular, the course will explore the public life in urban context with the focus on deep understanding of the Old City of Ahmedabad; reading the urban spaces through different lens. The main objective is to onsite test, explore and
critically reflect not only on the notion of public space and both its material and immaterial aspects but also on the tools and techniques of reading and mapping of the phenomena. First part of the course will therefore, discuss the urban life and the fundamentals of both individual and collective human experiences in the Old City context of Ahmedabad. By mapping the different scenarios, students will be engaged in the study of the relationship between morphology and typology aspects of urban conception and its social-cultural manifestations. Mapping can be done by several tools and will outline a ‘question’ behind the complex architectural and social system, which organize the life of the Old City.

The second part of the course will be focus on the final outcome of the course, a documentary describing the relationship between shapes and life of the city in order to look not only at the permanency of the morphology or typology aspects but also morphing it to the more humanistic and experiential characteristics.

This course will be conducted as a part of collaboration between CEPT University and Politecnico di Milano where students and instructors from both universities will work together in joint teams. Corresponding to this Winter School, a course will be proposed in Milan, during the Summer School Program 2017.

Temi:
82/82
14/82

Politecnico di Milano

CITTÀ BENE COMUNE: Ciclo di incontri di cultura del progetto urbano
Ciclo di incontri di cultura del progetto urbano (IV edizione)
3 maggio 2016 - 23 maggio 2016

a cura di Renzo Riboldazzi

lunedì 2 maggio 2016, ore 18.00
Franco La Cecla
Contro l’urbanistica
Per una nuova cultura del progetto urbano
intervengono: Emilio Battisti, Sergio Brenna, Francesca Zajczyk

lunedì 9 maggio 2016, ore 18.00
Raffaele Milani
L’arte della città
Alla ricerca della bellezza perduta
intervengono: Pierluigi Cervellati, Elio Franzini, Pietro Marani

lunedì 16 maggio 2016, ore 18.00
Arturo Lanzani
Città, territorio e urbanistica tra crisi e contrazione
Perseguire una strada differente
intervengono: Roberto Camagni, Giuseppe Civati, Anna Marson

lunedì 23 maggio 2016, ore 18.00
Bernardo Secchi
Il pensiero e l’opera
intervengono: Cristina Bianchetti, Stefano Boeri, Paolo Ceccarelli,
Vittorio Gregotti, Paola Viganò

Casa della Cultura, via Borgogna 3, Milano (MM1 San Babila)
Temi:
43/43
35/43
33/43

Politecnico di Milano

CITTÀ BENE COMUNE
Ciclo di incontri di cultura del progetto urbano
2 maggio 2016 ore 18:00 - 23 maggio 2016

Ciclo di incontri di cultura del progetto urbano
(IV edizione)
a cura di Renzo Riboldazzi

lunedì 2 maggio 2016, ore 18.00
Franco La Cecla
Contro l’urbanistica
Per una nuova cultura del progetto urbano
intervengono: Emilio Battisti, Sergio Brenna, Francesca Zajczyk

lunedì 9 maggio 2016, ore 18.00
Raffaele Milani
L’arte della città
Alla ricerca della bellezza perduta
intervengono: Pierluigi Cervellati, Elio Franzini, Pietro Marani

lunedì 16 maggio 2016, ore 18.00
Arturo Lanzani
Città, territorio e urbanistica tra crisi e contrazione
Perseguire una strada differente
intervengono: Roberto Camagni, Giuseppe Civati, Anna Marson

lunedì 23 maggio 2016, ore 18.00
Bernardo Secchi
Il pensiero e l’opera
intervengono: Cristina Bianchetti, Stefano Boeri, Paolo Ceccarelli,
Vittorio Gregotti, Paola Viganò

Casa della Cultura, via Borgogna 3, Milano (MM1 San Babila)
Temi:
43/43
35/43

Politecnico di Milano

MantovArchitettura 2016
28 aprile 2016 - 30 aprile 2016

MantovArchitettura 2016 propone 60 eventi dedicati all’Architettura, all’Urbanistica e all’Ingegneria delle Costruzioni nei luoghi storici della città di Mantova, Capitale Italiana della Cultura 2016, con puntate a Sabbioneta e Verona. Dunque i luoghi dove si parla e si fa architettura, dove la forma s’incarna in sostanza di pietra che si può toccare, vedere e camminare: il Tempio di San Sebastiano, la Casa del Mantegna, la chiesa di Santa Maria della Vittoria, il Salone Mantegnesco, il Palazzo Ducale, il Palazzo Te, la Biblioteca Teresiana, la Chiesa di San Cristoforo, il Teatro degli Antichi e il Palazzo Ducale di Sabbioneta, il campus universitario sono MantovArchitettura. MantovArchitettura è logos, nel senso di conservare, raccogliere, accogliere ciò che viene detto e quindi ascoltare. MantovArchitettura conserva, raccoglie, accoglie e ascolta la comunità delle sue persone, le persone che l’hanno pensata, organizzata, raccontata, esibita, guardata, criticata e vissuta. MantovArchitettura è il Polo mantovano del Politecnico di Milano che, insieme alla Scuola Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni, nell’ambito del progetto scientifico di Cattedra UNESCO “Pianificazione e Tutela Architettonica nelle Città Patrimonio Mondiale dell’Umanità”, realizza insieme ai suoi docenti e ai suoi studenti, l’eccezionalità del confronto con i grandi Maestri dell’architettura. In occasione di Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016, MantovaArchitettura 2016 dà voce e corpo alla Cultura intesa come sistema di saperi, conoscenza e pratiche. Attitudini che si realizzano in presenza dei grandi architetti italiani e internazionali, delle mostre e dei seminari. La sapienza dei Maestri - Mario Botta, Eduardo Souto de Moura, Smiljan Radic, Philippe Prost - la pratica degli architetti italiani - Bruno Messina, Mauro Galantino, Andrea Maffei, Ico Migliore e Mara Servetto, Labics - e quella degli architetti internazionali - Elisa Valero Ramos, Angelo Bucci, Nuno Graça Moura, Paulo David, Marcio e Gabriel Kogan, Fatima Fernandes e Michele Cannatà, Joao Nunes, Anne Holtrop, Silvia Gmür, Cruz Y Ortiz, Bevk+Perovic, Atelier Bruchner, Tabuenca Y Leache, Arriola&Fiol, Liu Kecheng. E ancora, la pratica dell’architettura che si fa arte attraverso il movimento della danza di Isa Stein. La Cultura che si mostra mettendosi in mostra: Giorgio Grassi: disegni scelti a Sabbioneta, e a Mantova, Arte e Architettura: punti di vista alla Casa del Mantegna, La biblioteca dell’ingegnere e dell’architetto alla Biblioteca Teresiana, Cadernos Azuis di Eduardo Souto de Moura alla Chiesa della Madonna della Vittoria, Il Palazzo dei Gonzaga: architettura nel tempo a Palazzo Ducale. E la Cultura che si fa sguardo con le mostre fotografiche Il Quirinale. Fotografie di Massimo Listri e Abitare il mondo. Fotografie di Iago Corazza e Greta Ropa del National Geographic. Così come la pratica del seminario e della lectio ci portano alla Cultura della Scuola, all’interno della trasmissione dei saperi, dove l’incontro tra i relatori, gli ospiti, gli studenti e il pubblico approfondisce, con domande, elementi e punti di vista differenti, tematiche e relazioni tra l’insegnamento e l’architettura. Ne daranno risposta i seminari: Per una Scuola di Architettura, Cantieri Mantovani 1 e 2, Beni culturali e ambientali per la sostenibilità dello sviluppo, Nuove metodologie per la conservazione programmata, Mantova Smart city, Gli edifici per il culto, Design technologies and innovation in cultural heritage enhancement, Acqua città e territorio, Architectural Design and History. Critics, Un palazzo in forma di parole, Laboratorio Sabbioneta. 4 settimane di eventi, 15 luoghi, 60 incontri, un centinaio tra relatori, docenti e ospiti coinvolti, decine di studenti volontari, un sito internet dedicato, una pagina facebook collegata: tutto questo è possibile grazie al patrocinio del Comune di Mantova, del Comune di Sabbioneta, della Provincia di Mantova, della Fondazione UniverMantova, della Fondazione Cariplo, dell’Ordine degli Architetti Pianificatori e Conservatori della provincia di Mantova, e alla collaborazione dell’Ordine degli Architetti Pianificatori e Conservatori della provincia di Verona, del Centro Internazionale di Arte e Cultura di Palazzo Te, di Palazzo Ducale di Mantova, della Biblioteca Teresiana, degli Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani, dell’associazione studentesca STARC.

Mantova
Temi:
43/43
35/43
33/43

Politecnico di Milano, Università Iuav di Venezia

Milano - Tall Building Urbanism
19 aprile 2016 ore 9:30 - 17:30

La sesta conferenza, promossa dall’Università Iuav di Venezia e dal Politecnico di Milano con il patrocinio del Ctbuh – Council of Tall Buildings and Urban Habitat e con il supporto di CityLife affronta due tematiche attinenti alla progettazione e alla costruzione degli edifici alti. Dal punto di vista delle esperienze italiane (CityLife in primis) con forti aperture sul mondo. La prima riguarda la realizzazione ex-novo di un edificio alto: gestione dei flussi di persone e merci, infrastrutture, spazi pubblici, aree verdi. La seconda riguarda l’esistente, un patrimonio sempre più importante, di cui organizzare il recupero, il restauro, il retrofit (e, quando non fattibile, la decostruzione). Pur essendo stati costruiti pochi grattacieli, in entrambe le tematiche l’Italia dimostra di aver accumulato expertise ed eseguito progetti esemplari da proporre al mondo. La sesta edizione della conferenza coinvolge progettisti, costruttori, esperti di edifici alti, promotori immobiliari e urbani, studiosi,...

Sala Convegni, CityLife Piazza Alberto Burri - 20145 Milano
Temi:
82/82
43/82
35/82

Politecnico di Milano

Campus & Controcampus
Architetture per studiare e ricercare
4 aprile 2016 - 12 settembre 2016

A cura di Ilaria Valente e Marco Biraghi
In collaborazione con Politecnico di Milano, Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni, Fondazione Politecnico di Milano

INAUGURAZIONE
del programma della XXI Triennale:
1 aprile 2016 presso la Triennale di Milano http://www.21triennale.org/

PRESENTAZIONE
alla presenza del Rettore della Mostra e del catalogo
Campus & Controcampus / Ultra Città Studi / Beyond Città Studi:
13 aprile ore 12.30, Aula Gamma

Il tema dei campus universitari è al centro del dibattito sul futuro di Milano. Si tratta di una sfida per il nuovo assetto della città nella sua dimensione metropolitana, un’occasione di rigenerazione architettonica e urbana che potrà dare forma a inediti e significativi sistemi di spazi collettivi.

La Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni propone tre mostre in successione, dal 4 aprile al 12 settembre 2016, che presentano un ricco patrimonio di progetti storici e contemporanei legati al tema dell’architettura universitaria, italiana e internazionale, e una selezione di progetti futuri per i campus milanesi.

Nel corso delle mostre avranno luogo conferenze e incontri sul tema.

4 aprile-7 maggio 2016
Ultra Città Studi / Beyond Città Studi
Projects for Politecnico di Milano
A cura di Gennaro Postiglione e Alessandro Rocca, con Michela Bassanelli
La mostra propone uno sguardo verso il futuro dei campus del Politecnico di Milano. Tra i progetti presentati, il Campus Sostenibile attivato dal Politecnico con l’Università Statale, la recente proposta di Renzo Piano e gli esiti del Workshop Internazionale MIAW 2016.

18 maggio-18 giugno 2016
Aulae / Halls
Buildings for studying in Milan
A cura di Chiara Baglione e Roberto Dulio
La mostra presenta progetti e realizzazioni - da Giovanni Muzio a Kazuyo Sejima - relativi ai campus e ad altri edifici universitari cittadini, con materiali provenienti dagli Archivi storici del Politecnico di Milano e da altri Atenei e istituzioni milanesi.

22 giugno-12 settembre 2016
Universitas / Universities
Architecture Schools in the World
A cura di Marco Biraghi e Simona Pierini
La mostra offre una selezione critica di edifici universitari significativi riferiti a Scuole di Architettura nel contesto internazionale. Organizzata in collaborazione con prestigiose Università straniere, la mostra dedica un’attenzione particolare al tema degli spazi per la progettazione.

ORARI
lunedì/venerdì: 10.00-19.00

GIORNI DI CHIUSURA
25 aprile, 2-3 giugno; dal 13 al 28 agosto

Spazio mostre Guido Nardi - Via Ampère 2 - Milano
Temi:
82/82
14/82

1 | 2 | 3 | 4