Urbanistica INFORMAZIONI

L’urbanistica nelle Università

a cura di Sara Maldina
Filtri[X]
Progetto urbano [X]

Università degli Studi di Firenze

La città intermedia - Verso una nuova urbanità
Proposte per il Macrolotto 1 a Prato
2 ottobre 2017 - 7 ottobre 2017

Workshop internazionale di progettazione

Scuola di Architettura | Santa Teresa via della Mattonaia 8, Firenze, Urban Center, Prato
Temi:
43/43
35/43
8/43
17/43

Università "La Sapienza" di Roma

Mobilità per la cultura
2 ottobre 2017 - 6 ottobre 2017

NUOVI NODI DI ACCESSO AL PARCO DELL’APPIA ANTICA E AL PARCO ARCHEOLOGICO DI GABI
Prof. Pepe Barbieri, Prof. Alessandra Capuano, Prof. Anna Rita Emili, Prof. Rosario Pavia

Temi:
64/64
30/64
35/64
14/64

Politecnico di Milano

5th INTBAU International Annual Meeting. Heritage, Place, Design: Putting Tradition into Practice
5 luglio 2017 ore 09:30 - 17:30

Il Politecnico di Milano ospiterà, nell’ambito della rete INTBAU, patrocinata dal Principe di Galles, e con la collaborazione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Milano il
5th INTBAU International Annual Meeting
Heritage, Place, Design: Putting Tradition into Practice
5 Luglio 9:30 – 17:30, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Milano
6 Luglio 9:00 – 18:30, Politecnico di Milano – Scuola del Design
Con il patrocinio di
U.I.D. Unione Italiana del Disegno
Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo – Ministero degli Esteri
L’incontro, presentato dal Prof. Giuseppe Amoruso del Dipartimento di Design del Politecnico, incentiva il confronto multidisciplinare fra i maggiori esperti nazionali ed internazionali che si occupano del benessere delle comunità attraverso progetti per il patrimonio architettonico e l’identità dei luoghi, le buone pratiche per il placemaking e la documentazione e l’innovazione delle tecniche costruttive.
Tale iniziativa è promossa da INTBAU, International Network for Traditional Building, Architecture & Urbanism – rete internazionale non profit sotto il patrocinio del Principe di Galles, che si occupa di educazione e promozione delle buone pratiche
I relatori parteciperanno attraverso un contributo scritto, che riguarda una delle Sessioni Tematiche; al termine della revisione scientifica condotta dagli 80 membri del Comitato scientifico internazionale, tali contributi saranno raccolti nel volume Putting Tradition into Practice: Heritage, Place, Design.
L’evento sarà inoltre accreditato al Consiglio Nazionale degli Architetti Paesaggisti e Conservatori per il rilascio di crediti formativi e svolto in collaborazione con gli Ordini Professionali.
Dopo i due giorni di conferenza a Milano, è previsto un Training Workshop a Vicenza dedicato allo studio dei siti Unesco di Andrea Palladio.
Informazioni, modalità di iscrizione e programma su www.intbauitalia.org e www.intbau.org

Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Milano Palazzo Arese Litta, Corso Magenta 24 - Milano
Temi:
33/43
43/43
35/43
33/43

Università Iuav di Venezia

Les Quartiers Modernes Frugès, conservation et réemplois
29 giugno 2017 - 1 ottobre 2017

mostra del workshop
Quartiere Frugès
Pessac, Bordeaux

Temi:
35/35
Luoghi:
1/1

Università di Camerino

COAST2COAST13
Back to the Sea. The new Public Spaces in Civitanova Marche
8 maggio 2017 - 12 maggio 2017

Professors: Marco Brizzi, Luigi Coccia, Alessandro Gabbianelli, Paola Giaconia, Achille Michelizzi, Maurizio Scarpecci, Cristiano Toraldo di Francia
Tutors: Giannella Cocco, Alessia Concetti, Mariagrazia Dalò, Silvia Diomedi, Marta Ortolani

Ascoli Piceno
Temi:
64/64
30/64
43/64
35/64
14/64

Università di Bologna

Facies - Architetture urbane
6 aprile 2017 - 13 maggio 2017

Mostra a cura di

Francesco Gulinello, Elena Mucelli

Inaugurazione
6 aprile 2017 ore 17,30

Mostra prodotta da
Dipartimento di Architettura - DA
Università di Bologna​
realizzazione, allestimento, comunicazione
LaMo Laboratorio Modelli, DA
LaFo Laboratorio di Fotografia, DA​
 
Le architetture che popolano la città celano spesso, oltre la maschera attraverso la quale si relazionano con lo spazio pubblico, contenuti impercettibili, come se si fosse interrotta la relazione fra oggetto e soggetto, e con essa si fossero perduti una serie di significati, isolando il volto dell’architettura in un silenzio che esalta la fissità della sua immagine.

A questi contenuti FACIES cerca di rivolgere la propria attenzione utilizzando lo strumento della rappresentazione, e in particolare il modello, per indagare una serie di casi studio estrapolati dalla contemporaneità rivelando i mondi di forme che li popolano e ritrovando frammenti di quello stesso mondo all’interno di una serie di facciate che appartengono ad un contesto temporale e spaziale diverso, la Milano degli anni Cinquanta e Sessanta.

FACIES, ospitata presso la sede dell’Urban Center di Bologna dal 6 aprile al 13 maggio 2017, si inserisce nell’ambito delle attività promosse dal Dipartimento di Architettura dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna per la divulgazione delle discipline del progetto presso le istituzioni e la società. La mostra è accompagnata da una pubblicazione edita da LIStLab.

Urban Center. Piazza Nettuno, 3 - Bologna
Temi:
43/43
35/43
14/43

Università "La Sapienza" di Roma

3rd ISUFitaly International Congress
LEARNING FROM ROME. Historical Cities and Contemporary Design
23 febbraio 2017 - 24 febbraio 2017

The results of research in urban morphology describe historic cities as urban organisms whose survival, transformation and management needs design-based complex actions to be investigated by analytical tools integrating different knowledge.
Architecture, History, Geography are speculative discipline and provide useful tools to properly direct architectural projects, whether they are conceived or not in continuity with the urban and architectural language of the traditional existing context.
Preserve and renovate the historic cities and the historical urban tissues should be a new focus of urban policies and of those entrepreneurs and conservation professionals which have identified the abandonment of these urban realities as the emerging political and economic dynamics.
The scope of the conference is to collect studies, research, design and methodological reflections on contemporary architecture, urban contexts and historical building, directing the outcome to the definition of operational tools useful for a aware and contemporary design.
In recent years the reuse, the recovery, the architectural transformation of urban fabric are among the most practiced topic of the international architectural culture based both on open interpretations or limited to the aspect of conservation.
The conference will be an opportunity to discuss on contemporary design in the historic city, on tools and research methods to be applied to these architectural dynamic realities, and on operational tools used for designing such meaningful anthropological spaces.

Facoltà di Architettura, Piazza Borghese 9, Rome, ITALY
Temi:
33/43
11/43
43/43
35/43

Università "La Sapienza" di Roma

International Seminar on Urban Form (ISUF)
23 febbraio 2017 ore 08:30 - 24 febbraio 2017

Terzo congresso internazionale della sezione italiana dell’ISUF (International Seminar on Urban Form) sul tema del progetto contemporaneo e la città storica. Studi e ricerche per il progetto Architettonico. 
Partecipano: prof. Pierre Larochelle (Univ. Laval – Quebec city), prof. Franco Purini
 
Inaugurano i lavori il prof. Anna Maria Giovenale, prof. Orazio Carpenzano e prof. Giuseppe Strappa
 
Direzione scientifica: Paolo Carlotti, Anna Irene Del Monaco e DIna Nencini
 
Organizzazione Anna Rita Amato, Vincenzo Buongiorno e Antonio Camporeale.

Piazza Fontanella Borghese, 9 - Roma
Temi:
33/43
11/43
43/43
35/43
8/43
17/43

Sapienza - Università di Roma

Workshop di progettazione presso la Xi’an Jiaotong-Liverpool University, Suzhou
17 febbraio 2017 - 4 marzo 2017

 
Il tema proposto dalla Xi’an Jiaotong - Liverpool University in collaborazione con il Suzhou Planning Bureau sarà relativo ad una zona del centro tradizionale della città. Benché una buona porzione del tessuto urbano storico sia rimasto inalterato o comunque meno modificato rispetto alla gran parte delle altre grandi città della Cina, la pressione demografica e di urbanizzazione è tale da rappresentare un serio rischio per la sopravvivenza delle aree che ancora oggi conservano, almeno in parte, un carattere tradizionale. Il centro di Suzhou possiede un carattere particolare, derivato dall’importante presenza dei canali d’acqua e dalla ricca vegetazione che da questi dipende, nonché dalla consistenza e densità delle costruzioni, in larga parte ancora legate allo sviluppo storico della città. Benché le autorità locali abbiano imposto severi vincoli rispetto alle operazioni del costruito la minaccia di sostituzione del tessuto sociale è molto forte, fenomeno che sta purtroppo investendo con particolare intensità molti dei centri cittadini cinesi, vittime di imponenti processi di gentrification. 
Gli studenti lavoreranno in gruppi misti con colleghi delle altre quattro università partecipanti (University of Liverpool, Politecnico di Torino, Technische Universität Graz, ENSA Paris Val-de-Seine) e sotto la guida di un docente per lo sviluppo di una “visione” di rigenerazione urbana, che rappresenti una proposta architettonica per un futuro possibile della città di Suzhou. I progetti dovranno pertanto considerare la situazione esistente, la consistenza del costruito storico, le esigenze di conservazione, la particolare configurazione dello spazio urbano di Suzhou, nonché le possibili strategie sul piano processuale perché la trasformazione non si esaurisca in una mera operazione di maquillage urbano. 

Temi:
82/82
43/82
35/82

Politecnico di Torino

Temporary urbanism
19 gennaio 2017 ore 17:00

La conferenza affronta una nuova tendenza dell’urbanistica contemporanea volta a facilitare la partecipazione degli abitanti per far emergere un progetto condiviso per la trasformazione di spazi sia urbani che rurali: il pop‐up urbanism o urbanistica temporanea. Le recenti esperienze di questo tipo, condotte in varie realtà francesi da alcuni collettivi di giovani architetti, permettono di esplorare l’aggiornamento oggi in corso delle pratiche urbanistiche partecipative.

Presenta: Claudia Cassatella
Angelo Bertoni, Temporary urbanism ( Institut d’Urbanisme et Amenagement Regional Aix-Marseille Universitè)
Ne discute: Marco Santangelo

Sala della Caccia, Castello del Valentino - Viale Mattioli,39, Torino
Temi:
43/43
35/43

1 | 2 | 3 | 4